Percorsi enoici sulla Vinska cesta istriana.

Sacrificando un giorno di sole e mare cristallino, eccomi alla ricerca di qualche cantina croata in terra d’Istria.

La Vinska Cesta verso Buije è una bella strada panoramica che taglia prima i vigneti di Kozlovic, poi salendo e attraversando il paese di Buie porta a quelli di Kabola.

Due stIli a confronto, stesse varietà, stessi terreni, ma evidenti differenze dovute probabilmente a un diverso approccio di vinificazione.Il terreno di questa parte di Istria è calcareo, argilloso con presenza di Flysch, in coerenza con i vini assaggiati.

Kozlovic è una Cantina fondata a inizio secolo scorso. Di antico non è rimasto nulla. La struttura moderna però trasmette al visitatore una sensazione di calda ospitalità, complici anche i vigneti circostanti, molto ben curati, e l’attenzione alla cura del dettaglio fin nei minimi particolari.

La degustazione prevede sei vini, i più rappresentativi dell’azienda.

Scegliamo di assaggiarli sulla terrazza attrezzata davanti alla Cantina, con vista panoramica sul vigneto, sotto una copertura di travi di legno inframmezzati da una cascata di grappoli pendenti e decorativi, tutto rigorosamente in chiave moderna.

Primo vino.

Valle 2017, un blend di Malvasia Istriana 80% e Sauvignon Blanc  20%.

Inizialmente al naso la Malvasia avendo profumi più discreti e delicati di fiori bianchi e frutta come la pesca bianca fresca, lascia il passo al Sauvignon uscendo subito dopo in punta di piedi. In bocca risulta una bella pienezza con una buona acidità e mineralità, chiudendo con una nota leggermente sapida.

Il secondo vino è Violetta 2017, un rosè di Merlot 80% e Teran 20%.

Profumi accattivanti di fiori, viola e frutta, succoso,con una buona acidità per un vino immediato e molto gradevole.

Il terzo assaggio è la Malvasia Istriana, il vitigno più antico e rappresentativo del territorio dove si coltiva fin dal tredicesimo secolo. Al naso note di frutta gialla e agrumi con un’entrata in bocca dove freschezza, grassezza e acidità si bilanciano e si completano a vicenda. Una Malvasia forse più opulenta in contro tendenza con le caratteristiche canoniche del vitigno ma il tutto partecipa ad un gioco funambolico ben riuscito.

Siamo al quarto, un Moscato di Momiano 2017, varietà autoctona e antica declinato nella versione secca. Al naso nota di litchi e rosa, opulento. In bocca è secco e scomposto, poco coerente, speriamo che un po’ più di affinamento in bottiglia possa assestarlo, oggi poco convincente.

In Istria il vino rosso del territorio nella sua varietà autoctona è il Teran, un vino spigoloso,con tannini acerbi da giovane e una bella dose di acidità. Questo è il caso in cui la mano felice del vignaiolo è fondamentale per domare questo cavallo imbizzarrito che,complice il tempo, una azzeccata scelta di legno per l’affinamento, può arrivare a risultati notevoli.

Il Teran 2017 di Kozlovic al naso è subito intrigante, frutti rossi,nota pepata, sentori del sottobosco. In bocca i tannini seppur giovani sono incanalati sulla strada giusta, una bella freschezza dona a questo vino un giusto equilibrio. Da riassaggiare sicuramente. Passaggio in legno necessario e ben dosato di 8 mesi in botte grande.

L’ultimo vino in assaggio è il Muskat di Momiano nella versione semi dolce. Aromatico con un bel ventaglio di profumi che vanno dalla classica albicocca disidratata, alle spezie, cannella, solo per citarne alcuni. In bocca semi secco, con freschezza e acidità bilanciate. Finale lungo.

Dopo un riposino sotto gli alberi del giardino dell’azienda che mette a disposizione degli ospiti plaid e cuscini (dopotutto sono in vacanza o no?) si riparte alla volta della seconda Cantina.

Da Kabola lo stile è diverso. Il taglio internazionale di Kozlovic, a partire dalla struttura, il ricevimento dei clienti e nei vini, viene ribaltato nella seconda dove tutto parla di territorio. La strada del vino continua e si apre dietro una curva con un panorama incantevole. Una distesa di vigne rigogliose e curatissime ci accompagnano fino all’imbocco dello sterrato che conduce alla Cantina, una villa di sasso dove tutto è ordinato e accogliente.

Iniziamo gli assaggi con il Secco 2017 definito da loro un vino semplice.

Non so cosa intendano per semplice perché io in questo Moscato di Momiano ho percepito un vino elegante con profumi di fiori bianchi fini e persistenti. In bocca l’equilibrio fra freschezza e sapidità ne fanno un bel biglietto da visita.

Passiamo alla Malvasia 2017.

Leggera macerazione con fermentazione in acciaio, una Malvasia canonica, fatta bene, con sentori non troppo invadenti e un’entrata in bocca fresca, asciutta, con una bella nota minerale, una discreta acidità con un finale sapido e armonioso.

Il terzo vino è il Rosa 2017.

Un Teran molto ben declinato a rosè, naso con profumi floreali, in bocca rotondo, elegante con un buon corpo e freschezza. Un vino estivo gradevolissimo.

Il Teran 2014 è il penultimo vino in assaggio. Già la decisione di proporre un’annata vecchia di quattro anni la dice lunga sullo stile dell’azienda che interpreta questo vitigno con il giusto codice. Al naso note di frutti di bosco, leggera nota di tabacco e pepe. Tannini addolciti. In bocca una bella freschezza ti invoglia al riassaggio, palato pieno e armonico con un finale persistente. Ho gradito al punto da acquistarne anche un 2007 per verificarne l’evoluzione.

Chiude la degustazione una versione semi dolce del Muskat di Momijan, il vitigno autoctono della zona. Riflessi dorati. Bei profumi, frutta bianca, agrumi, salvia e miele. In bocca freschezza e calore, sapidità e note minerali, tutto ben equilibrato. Persistente e fine.

Kabola è davvero un punto di riferimento per chi vuole assaggiare i vini istriani.

Il prezzo dei vini degustati oscilla fra i 8 e i 13 euro circa mentre il Teran 2007 circa 26 euro.

Barbara Rovati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: