Terre di Toscana 2017 un evento da ricordare 

          Terre di Toscana, giunta ormai alla sua decima edizione si distingue per essere uno degli eventi più significativi per i vini che in Toscana hanno raggiunto i massimi livelli di eccellenza. Una tre giorni in cui 130 produttori hanno messo a disposizione degli intervenuti i loro vini di punta. Nell’ultima giornata della manifestazione  è stato possibile inoltre degustare bottiglie di vecchie annate per apprezzare l’evoluzione che il trascorrere del tempo imprime ai vini.

          Molti i grandi vini presenti che si incontrano  anche in altre manifestazioni legate alle Anteprime Toscane, tanti i Brunello e Chianti Classico che ogni hanno militano nell’Olimpo delle eccellenze. Presenti anche molti vini della Costa Toscana con molti Supertuscan, che arricchiscono il nutrito panorama vinicolo Toscano. Volendo nominare tutti la lista sarebbe sarebbe infinita e sicuramente non renderebbe giustizia al livello dei vini proposti.

          Tasting Notes

          Una breve sintesi tra i tanti che avrebbero meritato menzione, alcuni noti altri meno e quindi da provare.

          Permano Bianco – Terenzuola 2015

          Ottenuto con una selezione di vitigni autoctoni.  Bella espressione di caratteristiche mediterranee, molto floreale arricchito da erbe aromatiche, frutto bianco e tropicale, note marine. Palato deciso contornato da spalla acida ancora irruenta, lievemente burroso ha una complessità tipica dei bianchi da lungo affinamento.

          IMG_2624Montepepe Vintage 2011 

          Vermentino e Viognier. Intenso con molto agrume, fiori gialli di macchia mediterranea, note fumè e mielate. Esegue un lungo affinamento in bottiglia sfidando egregiamente il tempo offrendo un sorso glicerico e fresco che si chiude con un allungo sapido e persistente.

          IMG_2663Rosé Riecine ancora con etichetta provvisoria. Ottenuto da Sangiovese, in purezza. Al naso ricorda uno stile Provenzale dato da un bouquet molto floreale e di erbe aromatiche, al palato difende un’impronta dettata dalla freschezza agrumata, che si distende in sorso appagante e sapido.

          Rosè San lorenzo 2016, anche questo imbottigliato da pochissimo, Sangiovese grosso. Colore intenso che vira al chiaretto, rosso che crede di essere un rosato, esprime intensità e rotondità gustativa. Complesso ed intenso, entra morbido con la freschezza che bilancia il sorso, estremamente accattivante, lievemente tannico e dalla bella persistenza.

          Phenomena 2011 Sesti,  nome dato alla Riserva del Brunello di Montalcino evocativo di un  evento astronomico  avvenuto durante l’annata della vendemmia, a cui ogni volta viene anche dedicata una etichetta diversa da un’annata all’altra. Brunello che interpreta alla perfezione uno stile tradizionalista di grande livello. Bellissimo il colore granato e trasparente che si esprime con un olfatto variegato ed un gusto preciso meticoloso corredato da tannini magistralmente dosati.

          Pietroso 

          Sorprendente tutta la gamma aziendale a partire dal Rosso di Montalcino 2015 saporito ed appagante per continuare con il Brunello 2012 ; a cui ad un olfatto ricco si aggiunge una vera esplosione gustativa che colma il palato di frutti rossi carnosi e maturi, e da effluvi balsamici, tannino evoluto, setoso. Villa Montosoli  IGT 2013 prodotto con le uve provenienti da un unico vigneto posto sulla sommità della celebre collina di Montosoli a Montalcino, con viti di oltre 40 anni e soltanto 3000 circa ceppi per ettaro. Un blend di vitigni autoctoni, un mix variegato che sprigiona spunti aromatici e agrumati. Palato slanciato ed intessuto di freschezza con  trama tannica fine ben integrata.

          I Luoghi  Bolgheri IGT 

          Vitigni internazionali  per i due Cru; Fuori Solco ottenuto da Cabernet Franc 100% ed il SassoSolo per il Cabernet Sauvignon talmente precisi da essere didattici, rispecchiano in pieno le caratteristiche dei vitigni di cui sono composti uniti da quelli sprazzi territoriali che si ritrovano nelle erbe aromatiche e di macchia mediterranea . Saporiti e di bella concentrazione, estremamente coerenti anche in bocca.

          Riecine La Gioia IGT 2012

          Prodotto da una selezione di uve  Sangiovese  100%, prodotto solo nelle migliori annate è denotato da un profilo variegato  con note profonde che suniscono a floreali di viola, note delicate speziate, tabacco e agrume rosso estremamente elegante. Palato denso e polposo, vibrante di freschezza, mosso da una bella progressione di bocca che rimanda al frutto rosso sul lungo finale.

          Contucci Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2012

          80% Sangiovese (Prugnolo Gentile), 10% Canaiolo Nero, 10% Colorino. Uno stile intramontabile che dosa il Sangiovese con piccolissima percentuale di due vitigni autoctoni. Nel 2012 si riflette un’annata il cui l’andamento stagionale regolare, ha dato vita ad un vino dal bouquet inteso e floreale a cui segue un palato denso in giusta tensione, tannino maturo e ben dosato, elegante e pulito.

          Per ultimo ma non ultimo merita una menzione per il Chianti Classico 2011 di Castell’In Villa’. Il 2011 annata perfetta per chi ha saputo sfruttare la perfetta maturazione delle uve che una stagione calda ha prodotto. Un olfatto esemplare legato ad un gusto profondo ed avvolgente, dotato di quello slancio dato dalla vena fresca e raffinata con il tannino intessuto nel velluto.

          Per le vecchie annate ..

          Le Chiuse Brunello di Montalcino 2006. Raffinatezza; un gioco di profumi e sapori in cui niente appare ma tutto si sente, scandito e cesellato come un cameo. Un sorso che non si dimentica.

          Badia a Coltibuono Chianti Classico Riserva 2006 Prodotto esclusivamente con uvaggi autoctoni, Luminoso ed intenso, olfatto ben conservato in cui si sentono la foglia di cedro ed il frutto rosso, palato freschissimo ancora in tensione con tannini fitti e vellutati.

          Due mani 2007  IGT Cabernet Franc  

          Nasce da una selezione delle uve migliori di Cabernet Franc in purezza. Colore  ben conservato e con trama fitta esce con note cipriate contornate da lavanda e macchia mediterranea, frutto nero. Nel bicchiere dimostra pienezza materica che oscilla tra il frutto ed il tannino elegante senza dimenticare eleganti  sfaccettature balsamiche. Lunghissimo sulla persistenza.

           Okay 

          Annunci

          Rispondi

          Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

          Logo WordPress.com

          Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

          Foto Twitter

          Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

          Foto di Facebook

          Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

          Google+ photo

          Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

          Connessione a %s...