Vecchio Samperi nuove emozioni 

 Posto caldo ed arido, situato al centro della fascia comunemente indicata come cintura del sole, in cui  venti africani soffiano in modo costante, la cui vicinanza con il mare funge da termoregolatore; qui è dove nasce il Marsala, sulla punta estrema nella zona occidentale della Sicilia.

De Bartoli è una delle cantine storiche per la produzione del Marsala. Nel Vecchio Samperi il vitigno utilizzato è  il “Grillo” che nasce su terreni  calcarei  e ricchi di minerali. Gli impianti vitati sono tutti ad alberello, con densità di impianto di circa 3500 ceppi per ettaro. Le viti  hanno un’età media di 30 anni, sono state  piantate tra il 1970 ed il 1996 ed hanno rese molto basse. La raccolta avviene in modo manuale, con  una spremitura soffice, seguita da una fermentazione in botti di rovere e castagno da 50 Hl. L’invecchiamento utilizza il tradizionale metodo “Soleras”, ovvero per mezzo di un sistema di “travasi” di piccole percentuali di vino di fresca produzione che si aggiungono in botti con vini  più invecchiati. Vecchio Samperi è secco ed ha un livello alcolico di 16/18 gr a cui non viene aggiunto alcol e che per questo motivo non può chiamarsi Marsala. La gradazione alcolica infatti, viene raggiunta con la sola concentrazione naturale degli zuccheri per mezzo della sovramaturazione  delle uve che vengono vendemmiate a fine settembre. È il  vino che più  rispecchia le tradizioni legate alle origini vere del Marsala,  di come veniva prodotto  prima che gli Inglesi ne cambiassero lo stile,  aggiungendo acquavite e rendendolo così stabile  durante il trasporto, ma anche più vicino ai gusti dell’eleganti salotti Inglesi dell’epoca. Quel vino liquoroso divenuto poi emblematico,  fu esportato prima in Inghilterra e successivamente in tutto il mondo, ma questa repentina popolarità  ne causò il successivo inesorabile declino. Un prodotto industriale a basso costo, aveva in breve tempo, di fatto sostituito il vino che l’aveva reso celebre e che con il vero Marsala non aveva più nulla in comune. A partire dagli anni 80 grazie alla tenacia di alcuni produttori, si è cercato di ritornare alle origini produttive ed è proprio in quel periodo che Marco De Bartoli inizia la sua sfida per restituire al Marsala la sua vera identità.

“Andando controcorrente, scommettendo con me stesso, sfidando le regole di un mercato enologico spregiudicato e dozzinale, credendo fermamente nel valore della tradizione del mio territorio, ritenendo ciò un dovere morale e non curandomi tra l’altro dei ritorni economici, nel 1980 intrapresi questa avventura decidendo di imbottigliare lo stravecchio tipico delle nostre zone: nacque il Vecchio Samper”

(Marco De Bartoli)

Tasting Notes

Vecchio Samperi 10 anni

Bel colore dorato luminoso in cui si affacciano bagliori ambrati. Il tocco olfattivo è incentrato su note fresche, erbe aromatiche, con frutto tropicale  ed albicocca disidratata, dattero fresco. Il gusto secco, con parte alcolica ben integrata non si avverte al palato, che invece è avvolgente e morbido con tenui pieghe speziate.

Vecchio Samperi 20 anni

Il colore di un abbagliante denso e luminoso ambrato. Olfatto prorompente e raffinato in cui un insieme di frutta secca, noci, mandorle, albicocche disidratate, agrumi canditi, smalto,  cedono il passo a note marine iodate e tocchi balsamici. Al palato muove con stesso incedere deciso, secco, morbido, in cui la componente marina ne ha ispessito il carattere dotandolo di profondità, la freschezza è ancora tesa rendendo il gusto raffinato sapido e di lunghissima chiusura.

Vecchio Samperi 30 anni

Aperta in una fredda serata invernale, dove stazionava in enoteca da almeno altri 30 anni ed ancora in perfetto stato di conservazione.

Enoteca Nebraska @enotecanebraskacamaiore

Ambra scura che ruota emettendo bagliori ramati e oro antico. Il bagaglio odoroso ampio e intessuto in toni dolci ed amari in cui cioccolato fondente, albicocca, spezie dolci, mallo di noce e noci di macadamia, iodio, ceralacca, liquirizia si snodano in modo netto in una spirale olfattiva senza fine. Palato profondo perfettamente coerente con l’olfatto, dettato da una presenza marina iodata che arriva con la forza di un’ondata trascinando con sè il bagaglio di sapori, allargandosi fresca eppure avvolgente e calda, dal bel finale che termina in un lunghissimo ritorno di agrumi e noci sminuzzate.

Annunci

One thought on “Vecchio Samperi nuove emozioni 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...