Inconsuete degustazioni di oltreoceano “il Malbech”

IMG_7743Con colori particolarmente intensi dalle sfumature che dal rosso intenso virano verso il viola, profumi floreali di rose e fiori viola, peonie e un frutto pieno polposo di prugne mature , che riempiono l’olfatto; concentrati, succosi, avvolgenti questi sono i Malbech Argentini. In Francia, sua patria natia, è ancora coltivato nel Bordeaux dove sporadicamente viene usato nei blend bordolesi e considerato scelta di secondo piano rispetto ai più diffusi Cabernet ed al Merlot; nel sud i vini ricavati da questo vitigno vengono definiti ” i vini neri di Cahors ” da dove provengono ottime produzioni prodotte in alcuni casi in assemblaggio di piccole percentuali  di Tannat che li fornisce di una sostenuta trama tannica.

Stentando ad imporsi in Europa questo vitigno, ha tuttavia trovato oltreoceano una patria adottiva in grado di esaltarne le proprietà facendone addirittura il proprio fiore all’occhiello. Sicuramente sia clima che terreni  in Argentina sono talmente adeguati alla sua coltivazione da renderne possibile uno sviluppo impensabile. L’economia  vitivinicola in questa nazione fino ad un ventennio fa considerata  una zona morta, adesso è il quinto produttore di vino al mondo. In questi luoghi il Malbech si arricchisce di un’appartenanza territolale che ne fà risaltare le proprietà divenendone in pochi anni  la varietà emblematica e più rappresentativa dell’Argentina. Le cuvée in alcuni casi sono molto simili a quelle bordolesi,  concepite in blend con altri vitigni di taglio internazionale che donano freschezza, struttura tannica e plasmano vini estrattivi e longevi. La zona principe della produzione è Lujan de Cuyo de Mendoza, ma le zone di produzione si estendono per molti km da Nord a Sud costeggiando la catena montuosa delle Ande, il sole  potente di quelle latitudini costringe a salire di quota per avere le condizioni ottimali di maturazione con i filari che si trovano fino ai 2.000 metri di altitudine risultando tra i più alti al mondo. Questa varietà di territorio foggia diversi tipi di Malbec che acquisiscono differente personalità in base alle diverse risposte climatiche  ed al tipo di terreno in cui cresce. I vigneti di Malbech si propagano fino nel nord della  Patagonia dove il clima semidesertico e pedemontano conferisce al vitigno finezza e verve inaspettata.

IMG_7731

 Tasting notes

Sophenia Malbech Reserve 2012

Zona di Tupungato

Colore rubino concentrato, denso, scuro e con sfumature bluastre.  Naso intenso e caldo con netto frutto nero di prugne in composta quasi disidratate, fieno tagliato spezie piccanti e dolci. Palato che incentra il gusto di morbida avvolgenza ben contrastato da vena sapida tannino rotondo, fitto continuo e persistente.

 

El Enemigo -Malbech 89% Cabernet Franc 6% Petit Verdot 5% -2011

Mendoza

Molto luminoso  e rubino fitto. Al naso è composto da note erbacee evidenti seguite da frutto nero maturo e floreale di viole e rosa. Ben modulato con l’olfatto, il gusto svela una incisiva acidità che supporta un gusto serrato con grana  tannica fine e precisa con finale integro, pulito ed  elegante.

 

Mascota- Malbech Gran Mascota -2011

Zona Valle de Uco Mendoza

Espressione tipica del Malbech ricavata da una delle migliori selezioni . Si mostra con colore fitto profondo rubino con sfumature viola, naso che esordisce con originalità espressiva con aromi di frutti neri, mirtilli  prugne, ed un intenso floreale di peonia e lavanda. Siccoso, polposo con struttura importante tannino morbido, dal giusto contrappunto sapido riempie il palato con gusto ricco e persistente.

La Giostra del Vino- Malbech Bacàn 2011

Lujan de Cuyo- Mendoza

Lo stile certo non manca a questo vino che già al visivo si caratterizza  con un’aurea nobile data da un colore rubino profondo perfetto. Il naso è ampio, intenso e ben calibrato in ogni componente, i profumi si distinguono e si amplificano netti e ben distinguibili, prugne scure mirtilli, ciliegie, erbaceo fresco, balsamico e spezie dolci e piccanti. Il palato corposo morbido e ben bilanciato da componenti di fresche con uno sviluppo di palato articolato e carnoso. Vino dalla connotazione internazionale ben eseguita.

 

Manos Negras -Malbech Stone Soil-2012 

Zona  Valle de Uco Mendoza meridionale.

Rubino vivace e con concentrazione  colorante piena. Olfatto che esordisce con tratti freschi erbacei con accenni balsamici,  frutti rossi, ciliegia matura, anice, floreali di rosa. Il palato è caldo sostenuto da trama fresca e ricchezza di polpa, inteso e  lungo il finale con ritorno alternato di frutto e balsamico.

Del Fin Del Mundo-Reserva Malbech 2013

Neuquèn- Patagonia

Meno concentrato rispetto ai precedenti il colore risulta di un acceso e vivace rubino. Olfatto ben articolato, intenso e sollevato da note fresche di piccoli frutti che hanno una naturale spontaneità , toni balsamici. Palato vivo ed energico dotato di una dosata intelaiatura tannica ed altrettanto scattante freschezza, sorso vellutato e scattante sinuoso, lascia il palato pulito e incalzante  invogliando al riassaggio.

 

IMG_7744IMG_7716IMG_7714IMG_7708IMG_7703IMG_7700

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...