“Il Calamaio” tra originalità e tradizione

IMG_7036Il calamaio che in epoca più remota  serviva  per contenere l’inchiostro per intingere le penne per la scrittura è invece il nome di una azienda vinicola che ha sostituito egregiamente l’inchiostro con il vino. Il piccolo borgo  posto poco lontano dalla città di Lucca è separato solo da poche basse colline dalla costa. L’azienda  è guidata con passione da Samuele Bianchi il quale nel 2003 compra  i terreni in stato di completo abbandono, e con coraggio e determinazione decide di recuperare le vecchie viti che a tratti spuntano da un territorio quasi ricoperto da sterpaglie e intrighi di rovi.

IMG_7037I vecchi vitigni erano disposti in maniera assolutamente casuale in mezzo alle coltivazioni rurali di mais e granturco. Le viti vecchie anche di 40\50 anni, vengono pazientemente riportate in uno stato produttivo e tutto il terreno è adeguatamente lavorato per far spazio anche a nuovi impianti vitati. Le pareti della collina in alcuni casi sono state  terrazzate, per permettere allo stesso tempo un adeguato apporto idrico e drenaggio ed un facilitato passaggio per la cura del vigneto, altrimenti caratterizzato da pareti scoscese e ripide.  Nonostante tutto in alcuni punti la densità di impianto varia da 3000 a 4000 ceppi per ettaro con rese bassissime rese ancora più esigue dalle incursioni di una fauna selvatica molto variegata ed affamata dei chicchi di uva maturi. Per questo motivo tutti i vigneti sono recintati da una rete metallica.

Oltre alle viti recuperate il Calamaio vanta una varietà di vitigni anche a carattere internazionale. Biologico certificato dal Marzo 2016 produce tre rossi il Poiana schietto e bel sangiovese in purezza. L’Antenato prodotto con un mix dei  vari vitigni autoctoni recuperati ovvero  barsaglina, mazzese, buonamico  e  colorino, prodotto di punta dell’azienda, è un vino che colpisce per i tratti peculiari dati un blend originale e strettamente legato al territorio. Pochissime bottiglie  prodotte solo in Magnum di Merlot in purezza, ed un particolarissimo bianco che per colore e profumi si discosta dal genere di bianco più tradizionale; frutto di un blend di Chardonnay e Petit Manseng più altri vitigni, Il Soffio è  un vino strutturato che possiede un’anima non conforme con quella originalità voluta e ricercata da Samuele per i suoi vini.

Tasting notes

Soffio 2015  13,5 °

Chardonnay 60% Petit Manseng e altri vitigni.

Spillato dalla botte per l’occasione. lL nome è scaturito dai  venti marini che arrivano dal mare attraverso le aperture collinari. Di un intenso e luminoso dorato, l’olfatto è caratterizzato da un insieme di erbe aromatiche dai cui tratti emergono il rosmarino e la menta seguiti da un floreale di gelsomino, e note di frutto giallo, agrume maturo, ananas. Il palato morbido e glicerico, sollevato da una netta spalla sapida e fresca, e  bella struttura.

Poiana 2013  13°

Colore trasparente e rubino . Gia dal primo naso emerge con i tipici profumi del Sangiovese, note ferrose ematiche e piccoli frutti rossi croccanti; fresco e sapido al palato  ha tannini maturi e scorrevoli molto corrispondente con l’olfatto.

Antenato 2014  13,5°

Blend ricavato dai vitigni autoctoni con le  vecchie viti recuperate, di un bel rosso vivace dalla trama colorante intensa; al naso dimostra una netta scia olfattiva di erbe aromatiche e macchia mediterranea, seguita da succosi frutti rossi freschi che ricordano il melograno, minerale ferroso di china . Dinamo ed energico al palato è tuttavia ben bilanciato da morbidezza e tannino vellutato. Elegante e succoso il finale chiude pulito e persistente.

IMG_7044.JPG

http://www.ilcalamaiovini.it

Annunci

One thought on ““Il Calamaio” tra originalità e tradizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...