Verticale ” Villa Bucci” Fivi

  Come tanti vini molto in voga negli anni 80, il Verdicchio dei castelli di Jesi ne ha dovuta percorrere  di strada per essere effettivamente apprezzato. Ampelio Bucci negli anni 70 si trova di fronte a diversificare  la sua produzione da uno stile di verdicchio che in quel periodo domina il mercato come vinello di pronta beva dozzinale e di pronto consumo. Con lungimiranza intuisce che i tempi stanno cambiando, e che insieme all’eplosione della moda e del designe  stà iniziando una nuova concezione che porta verso maggiore attenzione per la qualità . Investendo in un rinnovamento della produzione da il via ad una serie di cambiamenti. La prima scelta si pone tra vitigni autoctoni e vitigni internazionali che in quel periodo prevalgono un po’ dappertutto.  Bucci  decide comunque di piantare verdicchio avendone intuito le potenzialità, seguendo le antiche tradizioni  di famiglia e affidandosi a all’enologo trentino Giorgio Grai, inizia  recuperarando i vecchi filari di verdicchio e facendo nuovi impianti a Castelli di Jesy. Dovendo fornire un’immagine nuova, e più possibile discordante da quelle fino ad allora proposte dal mercato dei grandi numeri, Bucci sceglie un tipo di bottiglia classica e volutamente priva di fronzoli ,che in qualche modo riconduca allo stile del vino che vuole ottenere. La scelta ricade sulla  borgognotta, un chiaro messaggio circa l’idendità del contenuto. Sceglie anche di impiantare  5 vigne, con età,  inclinazioni, esposizioni e altezze diverse il cui unico requisito indispensabile è terreno, con più quantità di calcare possibile. Questa diversificazione permette partendo da un vitigno unico ma con diverse caratteristiche di ottenere diverse cuveè. La cantina è sotterranea, con grandi botti di Slavonia vecchie di 70/ 80 anni  e utilizzate dopo la vinificazione svolta in acciaio, le botti conterranno  il verdicchio in affinamento per circa due anni prima di finire l’affinamento in bottiglia per altri 12 mesi. Azienda agricola prima che vitivinicola è biologica certificata dal 1999.

A Villa Bucci, và sicuramente il merito di essere stato tra i primi in italia a dimostrare la possibile longevità dei vini dei bianchi, iniziando quel processo qualitativo che riesce a dare risultati stupefacenti anche dopo svariati anni. Un vino bianco, per potere durare e maturare proficuamente nel tempo, va prodotto con determinati requisiti che gli permettono di raggiungere questo obiettivo. I produttori che si dedicano alla creazione di vini bianchi capaci di maturare con successo dopo molti anni, devono necessariamente confrontarsi con un maggiore costo, ignorando quella facile spinta al consumo veloce legata al guadagno economico immediato .

 
 Tasting Notes

Villa Bucci 2012

Trasparenze  cristalline di un giallo paglierino scarico e vivace, già dall’aspetto ci si aspetta un gran livello di acidità,che viene subito confermata da un naso intensamente verticale e fresco. Fiori bianchi susine e agrumi si fondono con un piglio virtuoso di mineralità gessosa e pietrosa.Teso al palato la freschezza sferza il cavo orale con una esuberante vena agrumata e citrina producendo un’abbondante salivazione;  continua con ritorni pietrosi, guizzi piccanti ed un gusto pulito, di garbata sapidità, che chiude su una lunghissima persistenza. Vino molto giovane ed in evoluzione da attendere  in bottiglia  anche per molti anni.

Villa Bucci 2010

Tutto un’altro passo, questo vino ha un colore che ammicca dal bicchiere con un dorato talmente vivace che attrae lo sguardo. Il naso è espressione pura di frutta tropicale ,ginestre, rose gialle a mazzi, il ventaglio  odoroso si snoda con notevole complessità sfaccettata e cangiante.Passando da un agrumato pompelmo maturo a richiami di erbe aromatiche, anice,spezie piccanti e netti richiami marini e gessosi. In bocca il gusto è denso e spesso,intenso si allarga  con eleganza ,la vena fresco\sapida si allunga distendendosi in agrumate sinergie,  arricchite da preziose note  speziate di zafferano e curry. Armonico chiude in un  lunghissimo finale marino.

Villa Bucci 2008

Colore, fra il giallo paglierino chiaro con tenui riflessi dorati.L’olfatto è caratterizzato da  mela cotogna , cedro candito e cioccolato bianco a tratti alleggerito da note di erbe aromatiche. Al gusto fresco ma si esprime con meno energia rispetto agli altri, risultando in un composto equilibrio coerente con le sensazioni olfattive, di media persistenza è comunque elegante anche se un po’ sottotono, dovuto forse ad una annata  buona ma non straordinaria.

Villa Bucci 2004

L’annata 2004 è caratterizzata da  una parziale botrizzazione dell’uva ,che si ritrova in diverse caratteristiche del profilo organolettico.

Veste oro antico ammaliate e con trama colorante particolarmente intensa, sprigiona evidenti note speziate di curry e zafferano. Dopo  la roteazione nel bicchiere, il boquet si amplia in un susseguirsi di sensazioni eteree cera d’api ,pietra focaia  e frutta disidratata ,albicocca ,arancia candita, per proseguire con miele e note burrose dolci che ricordano il latte concentrato. Al palato la morbidezza è glicerica ed avvolgente ben bilanciato da una espressiva freschezza agrumata, ricco e rotondo nel finale ritorna con meravigliosi richiami di caramella d’orzo in un sorso persistente ed elegante .

Villa Bucci 1992

Dal colore che sprizza vivacità e luminosità dorata non sembra di avere nel bicchiere un’annata così datata. Il naso è integro e ancora segnato da note giovanili, note eteree di idrocarburi emergono per prime per poi disegnare un profilo più fresco di e di erbe aromatiche, alloro, rosmarino, miele di tiglio , floreale di zagare si aprono su sensazioni di buccia d’arancio e frutta secca che riporta alla nocciola e mandorla. L’equilibrio è improntato da una trascinante freschezza che al gusto dona sensazioni evidenziate da balsamici ritorni, lo sviluppo si protrae con tensione agrumata e con finissime note di  nocciola,  milele e caramella d’orzo in un lunghissimo pieno finale che lascia il cavo orale pulito e invoglia al riassaggio.

23 anni e non sentirli ! Ancora giovane, con un potenzialità ulteriori di evoluzione.

  

Annunci

One thought on “Verticale ” Villa Bucci” Fivi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...