L’intrigante mutevolezza del Riesling

IMG_3758

Riesling, sicuramente uno dei vitigni bianchi più amati e coinvolgenti per le sensazioni aromatiche e gustative che riescono ad esprimere. Per il suo sapore fruttato, spesso amalgamato a spiccate note minerali ed idrocarburi ha da sempre affascinato per la sorprendente varietà di stili, ed è considerato come una delle uve più grandi per la produzione di grandi bianchi.
Mutevole a seconda della zona di provenienza riesce nell’arduo compito di esprimere il territorio là dove viene coltivato,distinguendosi a seconda dei tipi di terreno e clima . Inoltre la sua accentuata acidità che emerge nelle note gustative ne fanno un vino con una clamorosa capacità di invecchiare anche per decenni, senza perdere la piacevolezza del frutto e delle caratteristiche tipiche originarie.
Come un elastico si tende e si modifica a seconda del territorio in cui nasce per assorbirne i tratti e le caratteristiche salienti, riuscendo ad essere poliedrico e molto versatile nelle sue varie sfaccettature.
La tipica rosa olfattiva dei profumi, rendono il Riesling gradito anche a chi è poco esperto. Con l’invecchiamento in bottiglia arriva a toccare punte di vera eccellenza, riuscendo a conquistare anche i palati più esigenti, aquistando complessità e sfaccettature odorose infinite che con le sue peculiarità lo rendono comunque un vino dal carattere unico e anche sotto molti aspetti contradditorio.
Basti pensare alla diversità di un Riesling giovane tagliente ed estremamente fresco che sprigiona fruttuosità croccanti ed agrumate molte volte attorniate da fiori gialli freschi, così diverso dall’opulente e grassa intensità di molti Riesling, che nell’evoluzione in bottiglia hanno ampliato e modificato il bouquet dando luogo ad un profilo olfattivo maturo, con note dolci e mielate, spesso supportate da spezie dolci, frutta secca. Inoltre è una delle poche uve che possono produrre vini comprendenti una gamma gustativa completa; che va da un vino molto secco ed austero, fino ad arrivare ad espressioni estremamente dolci, o comunque con residuo zuccherino che le rende morbide e suadenti ma dotate di quella spiccata acidità che ne mantiene il suo carattere distintivo intercalato da una elegante struttura.
Questa capacità unica conferisce al Riesling una gamma stilistica che nessun altra varietà può eguagliare una personalità estremamente variegata permette infine anche una buona adattabilità alle pietanze più disparate.
Unico punto d’incontro tra tutti i vari Reasling anche se provenienti da terroir diversi resta comunque una spiccata vena acida e minerale che nell’analisi gustativa rende la beva succosa, che oltre al piacere gustativo garantisce quella longevità, rendendolo un vino capace di restare in cantina anche per molti anni.

Ma vediamone alcuni nel dettaglio


Schlossbergkeller Mosel Weiskopf Weinstube 2013
Cochem Mosella

Dal colore verdolino se ne percepisce l’estrema gioventù che risalta anche all’olfatto con note fresche citrine e di mela, anche al palato l’acidità riempie il gusto rinfrescando il palato con un elegante ritorno al frutto, ben bilanciato da morbidezza e persistenza .
Weingut Emmerich Knoll ‘Vinothekfullung’ Loibner Riesling 2013
Smaragd, Wachau, Austria.

Paglierino con riflessi verdolini.Olfatto che riporta a bel frutto di mela e pera gialla,con note di erbe di montagna ed una mineralità pietrosa che amplia l’olfatto con note di sottofondo e fumè . Al palato,secco e freschissimo lascia un delicato sapore di miele di fiori, concludendo con un ritorno fumoso.Giovanissimo da riassaggiare tra diversi anni di affinamento in bottiglia.

Praepositus 2013 Abbazia di Novacella

Proveniente da una delle zone vinicole più settentrionali d’Italia ,e più vocate per questo vitigno.Terreni di origine morenica .Zona di Bressanone e Varna

Bel giallo dorato trasparente che lascia presagire una bella maturità del frutto che si esprime con una buona intensità olfattiva, con pere e mele golden,arance mature, seguite da un delicato floreale di camomilla e lievi spezie dolci e miele. Al gusto pieno e corrispondende con quanto percepito all’olfatto, con ritorni mielati nel retronasale, fresco, e corredato da una importante spalla sapida che accompagna una buona persistenza.

.
HEYMANN-LÖWENSTEIN 2011
Località: Winningen – MOSELLA

Quella della Mosella è la più antica regione vinicola tedesca e il territorio più ampio con vigneti scoscesi. Le posizioni e le terrazze orientate verso sud o sud-ovest offrono alle viti e a piante ed animali rari un microclima straordinario. I vini Rielsing minerali ed eleganti dei vigneti scoscesi lungo Mosella, Saar e Ruwer sono pertanto tra i bianchi migliori al mondo.
i terreni in queste zone sono composti soprattutto da Ardesia.

Veste color paglierino con riflessi verdolini, naso ricco ma non esagerato. Intensi sentori di frutti di mele, pesche bianche e meloni maturi, fiori bianchi, al gusto dall’ingresso morbido subito controbilanciato da un palato fortemente minerale con verve acida e scattante, persistente.

Reasling Wagner Stempel 2008
località Rheinhessen
Terreni stratificati con rocce di porfido,vinificato in acciaio,e botti di rovere.
Riesling gradevole l’evoluzione di questo 2008 che sorprende con un bel giallo dai riflessi oro verde al naso note dolci di albicocca e agrumi emergono insieme a note minerali, che vanno di pari passo in un trend accattivante .In bocca è fresco e saporito di bel corpo e persistenza, finale pulito.
Domaine Zind-Humbrecht 2008 Riesling
Alsazia
Proveniente da sottosuoli granitici, le radici affondano in profondità per estrarre nutrimento .33 g / l di zuccheri residui.
Dorato intenso e luminoso ,al naso impatta con note di inconfondibile idocarburo a cui seguono fresche zaffate di pompelmo maturo, albicocca e marmellata a cui seguono miele di castagno e note piu dolci e speziate. Ricco opulento e strutturato al gusto è morbido e glicerico ma ben compensato dalla sorprendente acidità .
Joh. Jos Prüm 2007 riesling kabinett
Località Mosella
Cristallino oro verde. Ricchezza olfattiva data pompelmo lime mela verde che emergono su un fondo di idrocarburo non invadente, molto floreale, con ricordi dolci di anice e sambuco a tratti . Al palato il gusto è pieno freschissimo, delicatamente dolce e cremoso, ritorna nel finale con sentori di mela, lungamente persistente e molto raffinato.
Markus Molitor 2003
Alte Reben Saar

Brillantezza vivida e dorata il bicchiere sembra illuminarsi di luce propria .All’olfatto denota una grande intesità con note di pesca, lime e albicocche kiwi, speziati golosi e note di pan brioches ,la mineralità riconduce a note pietrose.In bocca una spiazzante freschezza irrora la bocca facendo salivare copiosamente , salendo verticale il palato, è corposo, stemperato da buona morbidezza .Finale lungissimo con una persistenza che si tende per un tempo infinito.
Markus Molitor 1987
Dorato carico e luminosa vivacità, al naso stupisce per l’intensa spinta fresca che porta note agrumate quasi citrigne ed grande impatto minerale di idrocarbucari e ricordi di pietrosi, nel sottofondo spezie piccanti di zafferano e senape. In bocca spiazzante per la dinamicità e lo slancio verticale con cui pervade il gusto di freschezza facendo salivare copiosamente, minerale molto pronunciato espresso principalmente su note affumicate, la morbidezza viene quasi annientata dalla vena fresco sapida, il sapore scalpita e corre verso un finale lunghissimo.
Sconcertante sembra di bere un vino giovanissimo, invece di uno strepitoso Riesling della vendemmia 1987.

 IMG_3773

Annunci

One thought on “L’intrigante mutevolezza del Riesling

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...