COLLINE DI SOPRA

IMG_3413Passando attraverso l’attivo paese di Montescudaio  e discendendo verso la vallata che si apre dal lato opposto si apre alla vista un susseguirsi di colline che degradano stringendosi verso il mare .Circa sulla metà  della discesa troviamo  il cartello che indica una deviazione in  una stradina stretta e contorta che passa dal ventre collinare e ci porta diritti alla azienda di Colline di Sopra .L’azienda è circondata da terreni vitati è rinfrescata da brezze che lambiscono costantemente il territorio provenienti dall’apertura che si intravede con i pini marini che anticipano il mare. Sullo sfondo nelle colline più alte si vedono le pale eoliche che girano fiaccamente anche loro messe a dura prova dal caldo passaggio di Caronte che al pieno del suo vigore soffia il suo alito infuocato su mezza Italia .A venirci incontro sfidando il caldo la signora Luisa Silvestri che insieme all’inseparabile cane Syrah , ci guida seguendo il bordo collinare , sopra un soppalco in assi di legno rinfrescato dalle fronde dell’albero che si trova a fianco.Da qui la visuale che abbraccia buona parte dei vigneti è quasi a 360 gradi e rinfrescati da un lieve venticello fiacco ma costante , Luisa ci spiega la nascita di quest’azienda .Lei ed il marito Paolo Zucco provenienti da Pavia capitano per una serie di circostanze legate al lavoro di lui casualmente in quella parte di Toscana.
Affascinati dal luogo  e dalla casa che si trova circondata da terreni completamente ricoperti da erba medica decidono di trasferirsi .Paolo che da sempre ama il contatto con la natura decide di lavorare questa terra composta da argille blu , sassosa a tratti e con contenuti di conchiglie e coralli del Pleistocene.

IMG_3418La coppia decide quindi insieme ad un agronomo Mauro Carrara ed un enologo  Giovanni Bailo di impiantare circa 5 ettari di vigneti .Da parte sua Bailo di origine piemontese, riconosce le potenzialità del territorio per inserisce una parte di Moscato insieme ai classici vitigni tipici di quei luoghi come Sangiovese , Cabernet , Petit Verdot , Merlot e Syrah .Così decidono di lasciare l’angolo più in alto , per un vitigno insolito per quei luoghi il moscato bianco , per ricavarne un passito che esuli dai tanti vini dolci della zona.
Nel 2013 l’uva per il passito era parzialmente maturata quando le piogge a metà settembre fermano bruscamente il processo , decidono per non rischiare di perdere tutto di raccogliere comunque  l’uva e di pressarla tutta insieme vinificandola .Nel febbraio quando assaggiano il campione si accorgono che gli zuccheri erano  stati completamente svolti in fase fermentativa ,e ne ricavano circa 800 bottiglie di un vino secco e molto particolare e profumato che dal quel momento assume il nome di TREDICI in ricordo della sua particolare risultato .Nelle annate successive oltre al secco ed aromatico “tredici” parte del le uve moscato vengono appassite in apposite cassette areate per concentrarne gli zuccheri ed ottenere in questo modo un passito dolce di grande charme .
Nel 2014 l’andamento stagionale non permette il raggiungimento di grandi livelli qualitativi per i rossi pertanto escono solo i prodotti base .
La cantina è incassata nella collina ,innovativa e sostenibile , costruita su progetto di Luisa Silvestrini come ultimo lavoro da architetto , sfrutta le fonti di energia rinnovabili attraverso impianti fotovoltaici ,ed una ottimale gestione delle risorse idriche.Produzione biologica con vendemmie che vengono svolte manualmente , la cantina è strutturata in modo che il prodotto raggiunga i fermentini dall’alto sfruttando la gravità senza utilizzo di pompe .Una piccola barriccaia fiancheggia il locale di vinificazione le botti sono a media tostatura di 3/4 passaggio ,dove i vini si affinano lentamente in locali con controllo naturale della temperatura.
Da quest’anno la sigla IGT Toscana verrà modificata in IGT Costa Toscana a siglare la diversità delle caratteristiche del territorio .

I VINI
TREDICI
Moscato Bianco 100% 2014

“piemontese in Toscana”.
Colore giallo paglierino vivace con riflessi verdolini, Intenso all’olfatto si apre con bouquet floreale di gelsomino, zagare, il frutto è agrumato di cedro ,pesca matura seguono note tipiche di salvia, ed erbe aromatiche . Al palato fresco con bel bilanciamento con la parte morbida scorre in modo agile ,concordando con quanto percepito al naso , finale persistente e sapido.IMG_3437

EOLA
Igt Toscana 2013
Merlot ,Sangiovese , Cabernet Sauvignon , Syrah
Rosso rubino compatto con riflessi violetti , al naso il frutto è fresco rosso , croccante seguono note floreli fresche, erbacee e speziate.In bocca caldo e fresco , tannino percettibile ,il finale sapido e persistente .IMG_3427

LARÀ 2012
IGT Toscana Rosso
Merlot 50% Syrah 40% 10 % Cabernet Sauvignon.
Rubino dalla trama intensa e compatta .Naso intensità di frutti nerie maturi riportano a more e ribes, fiori rossi ,il sottofondo è dolce con speziati piccanti di pepe,dopo qualche secondo escono il cioccolato amaro ,china , tabacco.In bocca morbido e caldo con tannini setosi e ben proporzionati, la freschezza spinge il gusto in un finale persistente .

IMG_3434
RAMANTO 2012
Cabernet Franc 80% Petit Verdot 20%
Consistente alla roteazione è lento , la massa colorante è spessa e rosso rubino .All’olfatto stupisce per l’eleganza data da un floreale di viole che si amplia su maturi frutti neri di more e prugne, fresche sensazioni erbacee e balsamiche di erbe mediterranee sul fondo caffè e di cacao amaro , inchiostro. Al gusto entra pieno e rotondo si svolge con gusto succoso , golosamente corrispondente al naso ,vino di bella struttura e fattezza il tannino è gentile e scorrevole. Chiude con un finale pulito e lungamente persistente.IMG_3429

SOPRA 2012
Sangiovese 100%
Seducente rosso rubino con sfumature granato trasparente , l’impronta olfattiva al naso si presenta con tipiche note da grande sangiovese con floreale di viole e geranio seguito da piccoli frutti freschi di lampone e ciliege seguiti da terziari di cuoio e cioccolato. Al gusto fresco ed energico , con tannini fitti ma eleganti accarezzano il palato ben stemperati dalla parte morbida e calda . In chiusura piacevolmente amaricante e lungo.IMG_3436

LUIS 2012
Moscato Bianco 100% Passito
Giallo dorato intenso e luminoso. Al naso arriva in prima battuta con note eteree di smalto e vernici ;dopo la roteazione cedono il posto a suadenti sentori di frutta disidratata,albicocca ,nocciole, miele di tiglio , ed eleganti profumi di salvia . In bocca morbido e dolce reso dinamico dalla vena fresco sapida che porta ad un finale lunghissimo ed avvolgente.IMG_3438

 

 

http://www.abroadzine.com/wordpress/le-colline-di-sopra/

 

Annunci

One thought on “COLLINE DI SOPRA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...