Castello di Monsanto

Castello di Monsanto 1960 società rurale dove le aziende vinicole erano più impostate come fattorie in cui si produceva un’ampia varietà di prodotti e frutti tra cui anche il vino. Fabrizio Bianchi , compra l’azienda a Monsanto incantato dalla bellezza del paeaggio toscano e avendo già esperienza e passione per il vino tramandata dalla nonna... Continue Reading →

Merano Wine Festival 2015

La kermesse di fama internazionale,  richiama ogni anno numerosi produttori di vino italiani ed esteri radunando una selezionatissima proposta delle loro migliori produzioni enologiche. Indubbiamente una delle manifestazioni da non perdere per l'altissima qualità dei vini presentati che in molti casi hanno segnato la storia del vino , un panorama unico sul meglio della produzione... Continue Reading →

COLLINE DI SOPRA

Passando attraverso l'attivo paese di Montescudaio  e discendendo verso la vallata che si apre dal lato opposto si apre alla vista un susseguirsi di colline che degradano stringendosi verso il mare .Circa sulla metà  della discesa troviamo  il cartello che indica una deviazione in  una stradina stretta e contorta che passa dal ventre collinare e... Continue Reading →

Vini dell Alto Adige.Storia di una rivoluzione

Diary of Wine and Rum

pn 2_n

Innovazione e’ un concetto prima di tutto individuale. Sperimentare richiede coraggio e maturita’ . Quando la rivoluzione culturale arriva sotto forma di grandi vini,non importa come ha fatto,ma cio che ha fatto.Il concetto di biodinamica nel 95 era praticamente impronunciato quando Alois Lageder lo ha desiderato, progettato,realizzato , divenendo per molti un punto di partenza su cui mettersi alla prova.

Fascino e sole, terroir , personalità. Esperimenti e tecnologia.
Raccolgo i ricordi alla fine dell’esperienza, che ora, da sola e da lontano, forse riesco a concepire meglio…
Parto dalla fine,dalla degustazione, perché non ho parole più adatte di quelle che mi hanno raccontato i vini.

LEHEN Sauvignon Blanc 2013

Colore giallo con riflessi verdolini. Profumo marcato ma non eccessivo,che parte piano. Chiede tempo. Si apre sulle note varietali tipiche,di frutta. Prosegue erbaceo e speziato. In bocca ad un primo assaggio si conferma l’erbaceo accompagnato ds una acidità sferzante che richiama…

View original post 823 altre parole

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: