Pietrasanta Vini d’Autore

IMG_2436

Una pioggia di eccellenze vinicole ha anche per quest’anno rappresentato la manifestazione organizzata da L’Acquabuona  nel loggiato del Chiostro di S.Agostino a Pietrasanta .Ben 70 produttori provenienti da diverse zone d’italia hanno messo a disposizione del pubblico pervenuto i circa 350 vini.Splendida la location inondata dal sole di una calda giornata estiva, che unita dagli  artigiani del gusto hanno saputo creare una Kermesse enogastronomia di grande charme. Tanti i vini da degustare difficile riuscire a scegliere tra le tante aziende prestigiose ed i  vini proposti tutti di alto livello, un paradiso per sommeliers winelovers e addetti al settore.Il vero nirvana si è però raggiunto nella giornata del lunedì ,dove è stato possibile degustare quelle rarità che in alcuni casi formano la memoria storica delle cantine ,vini appositamente tenuti fuori dal circuito delle vendite anche per molti anni  e stappati solo nelle  occasioni straordinarie,vini unici che  lasciano indelebili nella memoria sensazioni che solo l’evoluzione del tempo riesce a regalare.Quelli che stupiscono per la longevità  sono i vini bianchi ,i quali sfatando un comune pensiero di dover  essere consumati entro brevi periodi, ampliano  le caratteristiche organolettiche evolvendosi in bottiglia anche per  svariati anni ,riuscendo a spaziare con sorprendenti caratteristiche ritenute un  appannaggio dei grandi rossi.IMG_2420

Tra questi spicca il Soave “Salvarenza vecchie vigne” Contada ottenuto da vigne vecchie di circa130 anni alcune prefillossera, piantate su terreni sia a matrice vulcanica che calcarea,con una magnum del 1990.Dal colore dorato e concentrato sviluppa profumi di frutta secca ,un floreale di ginestra,gelsomino con sottofondo fumè  e speziato ,al gusto morbido ma ancora ben dotato  da una spinta  freschissima  e succosa, ammalia già dal primo sorso ,una rarità da degustare.IMG_2429

Il pigato Sogno di Vis Amoris vigneti di 60\70 anni di età una produzione limitatissima uve provenienti da un unico vigneto, con un terreno roccioso,vinificate  con macerazione sulle bucce e fermentazione in acciaio un breve e parzialmente in legno e affinamento di almeno un anno in bottiglia. La vecchia annata presenta caratteristiche evolutive estremamente eleganti ,il colore è dorato e brillante il naso è scandito da idrocarburi unito al frutto ancora fresco floreale intenso ,al gusto colpisce per la freschezza unita una rotondità  che accarezza il palato,glicerico sapido e persistente .IMG_2431

Il 2006 di Balestri Valda ,vigneto di Sengialta, garganega 70 %e trebbiano 30% vini ottenuti con processi produttivi ad impatto minimo ambientale vinificato con fermentazione e sosta del vino sulle fecce fino a marzo in botti da 20 hl..Colore dorato e consistente il minerale esce con note di idrocarburo spezie e frutto bianco al palato morbidezza e freschezza esplosiva lasciano presagire ancora una lunga vita negli anni a venire.IMG_2433

Brolettino 2007 vitigno Turbiana  100% vinificato in acciaio e legno .Grande impatto agrumato di frutta  gialla matura tropicale  ,miele e spezie piccanti, gusto scorrevole e fresco la parte glicerica rende setoso il sorso saporito e succoso.IMG_2437

Anche per i rossi il panorama era vasto ed articolato sia nelle annate più recenti che per le vecchie annate ,da ricordare i  Barbareschi di Roagna ,i Baroli di Sordo, presente anche con una vecchia annata del 1998 ,suadente ed ancora freschissimo con tannini polimerizzati e scorrevoli .Vajra con il meraviglioso  Bricco alle Viole 2011 giovanissimo ma già con stoffa da vendere .

Il montepulciano d’Abruzzo emoziona con il ” Villa Gemma 1999 di Masciarelli”.Proseguo per tornare in toscana con uno strepitoso Brunello “il Ventolaio” 2004.La  classe e l’eleganza del sangiovese si mostra con un rubino riflesso da granato vivace e luminoso,  le note olfattive  aprono ad  un ventaglio odoroso intenso ed articolato viole e rose appassite,frutti rossi macerati ,arancia,si uniscono a terziari di tabacco note terrose;  la pienezza del gustativa è avvolgente e vibrante , riesce a far salivare per la grande  freschezza ,i tannini sono presenti e vellutati il frutto ritorna nel retronasale allungando la persistenza .IMG_2454

Per finire una vera leccornia lo sciacchetrà  Riserva di Forlini Cappellini  2009 ,bosco albarola e vermentino ,una produzione limitata  fatta solo nelle annate migliori .Colore oro ambrato puro luminosissimo ,l’intensitá esce con un impatto caratterizzato da note olfattive di albicocca disidratata miele spezie pregiate e ricordi marini iodati ,in bocca la vena fresco sapida si fonde con la dolcezza ,spaziando a lungo in bocca  ,in chiusura ritorna il frutto disidrato e il miele regalando una pienezza gustativa che invita al riassaggio.IMG_2457

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...